lunedì 2 maggio 2011

Ora spazio ai rimpianti (A-Team su LaStampa.it)


Ora ci ritroviamo pure con un bel bagaglio di rimpianti: il gol di Lodi al 95’ di settimana scorsa brucia sempre di più. Come brucia il 2-2 col Cesena, la sconfitta in casa col Bologna (detto tra parentesi: una squadra vergognosa e senza dignità), quella a Lecce, la partita non giocata a Firenze. Ma bastava vincere col Catania e la zona Champions sarebbe stata lì, a portata di mano.

Mi ha molto colpito, a partita strafinita, un lungo e sentito abbraccio tra Del Piero e Buffon. Era la gioia di una coppia che ha visto e vinto di tutto e che sente di poter condividere l’orgoglio di una vittoria a Roma, che non ci schioda dal settimo posto, ma che dimostra che la squadra in campo è più unita e convinta di quanto stia dimostrando la stessa Società. La quale, in quest’ultimo periodo, non sembra interessarsi a come potrebbe finire il campionato.

Una ridda di voci si sussegue circa il post-Delneri e nessuno si prende la briga di far quadrato per garantire un finale di torneo dignitoso all’allenatore di oggi. Con acume, Gianni Ippoliti sta sfangando da settimane alla Domenica Sportiva la sua rassegna stampa demenziale presentando la prima pagina di Tuttosport tappezzata da 60 foto dei candidati alla nostra panchina. Quando si scherza, qualcosa di vero ci scappa sempre.

Che poi ci manca pure che, per miracolo, ci scappi il quarto posto e la frittata sarebbe fatta davvero: con Delneri quarto, come verrebbe accolto Mazzarri, a cui si stanno srotolando i tappeti rossi? Ma questa più che una provocazione, ahimè, è una chimera: la Champions continua a essere lontanissima (certo che se Roma-Milan e Udinese-Lazio finissero in pareggio…).

13 commenti:

  1. certo che se Roma-Milan e Udinese-Lazio finissero in pareggio…)........Si, e Juventus-Chievo, come finisce?? Dia retta, temo che abbiamo solo fatto un favore ar pupone

    RispondiElimina
  2. Ma una societa' seria anche se arriva quarto e ha gia deciso di cambiare lo cambia lo stesso. Ma il il problema e': questa e' una societa' abbastanza seria da aver gia fatto una scelta o e' un manipolo di incapaci che sta aspettando l'esito del torneo per decidere? Ma dopo le ultime tre partite ignobili ci sono ancora dubbi sul destino di delneri?

    RispondiElimina
  3. Tranquillo Simone, come ho azzeccato il risultato di stasera ti predigo quelli di domenica:
    Udinese-Lazio 1-1
    Roma-Milan 0-2
    Juventus-Chievo 0-0

    Dopodiché spero che qualcuno attacchi al muro il provincialotto che siede in panchina che vince con le grandi e perde con le piccole per mancanza di fantasia...
    Buona notte.
    Andrea

    P.s. poi se per miracolo andiamo in champions e confermano Del neri non è che mi dispiaccia vista l'alternativa in arrivo...

    RispondiElimina
  4. Ragazzi, non riesco a sperarlo. Ma come dice proprio il Pupone: "Nun succede, ma se succede..."

    RispondiElimina
  5. Lex Luthor per tutti (Stenti compreso)3 maggio 2011 08:31

    Quali sono le prospettive del prossimo anno con Mazzarri in panchina (che mal tollera Quagliarella e Marotta)?...siate sinceri!

    RispondiElimina
  6. Roberto Perrone sul Corriere della Sera3 maggio 2011 09:13

    Avevo lanciato, qualche tempo fa, il mio grido di dolore contro l’Europa League. Purtroppo la Juventus non mi ha ascoltato, anzi con la vittoria sale e Pepe di Roma spera addirittura in un miracolo Champions. Anche se, secondo me, neanche loro vogliono farla, vogliono ritrovarsi ai primi di luglio, fare due preliminari e poi finire in qualche posto sperduto dell’Europa dell’Est, al freddo e al gelo, c’è qualcosa che questa squadra possiede. È un buon rapporto con l’allenatore. Paradossalmente, malgrado gli insulti dei tifosi e i «sondaggi» della società che sta contattando tutti gli allenatori disponibili per scoprire se, eventualmente, sarebbero disposti a occupare la panchina di Gigi Delneri, l’allenatore friulano è sorretto dallo spirito del/di gruppo. La spogliatoio è con lui. Lo si è capito dalle dichiarazioni di Buffon e di Del Piero che, dopo la sostituzione con il Catania, ha dato ragione al tecnico. I veterani sono con lui e gli altri vanno dietro. Forse sono stanchi di cambiare pilota ogni anno, di dover riannodare daccapo il filo dei ricordi, dei rapporti, della preparazione. Questo emerge da questa serata romana. Delneri ha vinto la partita numero 300 in carriera, ma soprattutto ha conquistato l’appoggio dei suoi giocatori. Comunque vada, alla fine, se il suo contratto in scadenza nel 2012 verrà strappato, potrà dire (anche se non lo farà) che è stato cacciato solo per accontentare le pulsioni della folla, dei media e per proteggere le mancanze dei dirigenti, ma non perché non aveva in mano la squadra. E io, che avevo dubitato di questo, faccio pubblica ammenda.

    RispondiElimina
  7. Onestamente non so e non credo che cambiare del neri serva a qualcosa,lui ha dimostrato di non aver mai perso lo spogliatoio e la squadra nonostante non ci sia più nessun obbiettivo da inseguire,gli sta dando ragione.La verità è che i limiti stanno nella formazione,De Neri alla sampdoria ha fatto molto meglio di Mazzarri l'impressione è che cambiando di nuovo allenatore,con altri giocatori l'anno prossimo si ricomincia e siamo sempre allo stesso punto.Occorrono dei giocatori Forti!!Chiellini non è un centrale!!Non sa comandare la difesa e lo stesso dicasi di Bonucci.Ci vuole un centrale che possa comandare la difesa e due terzini veri o almeno discreti e una punta importante ma se almeno ci fosse la difesa....

    RispondiElimina
  8. Nella sequela di nomi che ci affibbiano, per il ruolo di laterale di difesa si da per certo l'arrivo di Beck e si parla pure di Lichtsteiner e Ziegler. Ora la domanda è: Beck, Lichtsteiner o Ziegler sono migliori degli altri laterali difensivi che abbiamo in rosa?

    Per quanto riguarda centrocampo e attacco, sarò monotono e ripetitivo ma col 433 si potrebbero aggiustare le cose: tenendo fisso Krasic a destra, a sinistra si aprono scenari diversi, così come sono diverse le caratteristiche dei giocatori che potrebbero occupare quella zona del campo. In quest'ottica anche un Martinez vicino all'area e non sulla linea dei centrocampisti potrebbe produrre (comunque da rincalzo) qualcosa di buono

    RispondiElimina
  9. Lex Luthor per Gianluca3 maggio 2011 12:22

    Beck io qualche volta l'ho visto....mi sembra un buon giocatore. Motta per esempio, secondo Conte, è un esterno alto e non basso. Lichtsteiner e Ziegler li conosciamo...non sono ceeto i Maldini della fascia destra, ma dei buoni giocatori...
    Del Neri è stato tacciato di integralismo del 4-4-2. Mazzarri lo è del 3-4-3. Da un integralismo all'altro...

    RispondiElimina
  10. QUESTA E' LA MIGLIORE DI NARDUCCI OGGI!3 maggio 2011 12:47

    Il Processo di Biscardi e forme di controllo sui mezzi d’informazione
    Il Pm dice di dover far riferimento anche a fatti ed accadimenti che apparentemente sono estranei al programma di realizzare frodi sportive ma che non sono estranei alla finalità di garantire l’attività del sodalizio. Si fa riferimento all'ingerenza o le forme di controllo sui mezzi di informazione televisivi sia pubblici che privati ('Il processo di Biscardi'). Questa è stata un’attività che è servita a tutelare sodali o appartenenti all'associazione e quindi a preservare l'associazione stessa attraverso un'attività di difesa nella trasmissione o, in casi di persone indifferenti o avversari, mettere in campo un'attività di denigrazione.

    RispondiElimina
  11. LEGGI L'ARTICOLO DI EMANUELE GAMBA ON-LINE SU REPUBBLICA A PROPOSITO DI DEL NERI. IL TUO COLLEGA NON HA TUTTI I TORTI.

    RispondiElimina
  12. Sarò franco e diretto: quasi quasi, piuttosto che avere tra le scatole un altro allenatore provinciale (e direi anche presuntuoso) come Mazzarri, preferirei tenermi Del Neri un altro anno. Sapete quanti soldi risparmieremmo in acquisti del calibro di Maggio, o Cannavaro Paolo? Con Del Neri saremmo almeno preparati psicologicamente a sopportare un'annata che si concluderà gloriosamente con la qualificazione in Europa League, e poi potremmo salutare il tecnico di Aquileia. Pensate se, invece, i nostri geniali dirigenti, facessero sottoscrivere un contratto triennale a Mazzarri, con il rischio di doverselo sorbire più del dovuto...

    RispondiElimina
  13. @Yuri: sarebbero comunque 3 anni fittizi; come lo stesso Mazzarri ha detto ieri in un'intervista, alla fine di ogni annata è solito sedersi a tavolino con la dirigenza e valuta se proseguire o meno

    RispondiElimina