domenica 15 maggio 2011

Juve, salvati dal rischio Feyenoord: prendi Carletto (A-Team su LaStampa.it)

Dopo due anni al settimo posto, incombe il rischio Feyenoord. La squadra di Rotterdam che negli anni Settanta svettava nel calcio europeo, è scomparsa dai radar internazionali e oggi i giovani non olandesi non sanno neppure che esista. Da anni traccheggia a metà classifica nel torneo nazionale.

Perché scivolare nell'oblio è molto più semplice di quanto si creda. L'asticella delle aspettative e dell'ambizione s'ammaina progressivamente, finché la mediocrità diventa norma, il pensiero provinciale diventa dominante. Finché, tanto per entrare nel concreto, si arriva a pensare che un Delneri possa allenare la Juve.

Invertire il corso di marcia, allora, diventa uno sforzo talvolta neppure preso in considerazione. E seppur si caccia Delneri per sostituirlo non si va oltre le candidature di Mazzarri e Conte, due rispettabili professionisti del calcio minore.

Quando, ancora prima che firmasse, etichettai il povero Delneri come la prova che la Juve aveva abdicato da grande d'Europa, mi si ribatté che neppure Lippi, alla sua prima gestione, vantava un curriculum da Juve. La stessa risposta che mi sento dare quando arriccio il naso ai nomi degli attuali allenatori di Napoli e Siena.

Si dimentica, evidentemente, la differenza tra la Juve del primo Lippi e questa. Non in campo (oddio, non soltanto), ma soprattutto in Società. Questa Juventus manca di carisma ovunque. Il Presidente, che ha l'albero genealogico migliore d'Italia, deve però dimostrare ancora tutto come manager. Gli va data fiducia, ma non è su di lui che può essere rifondato l'immediato futuro della squadra. (Volontariamente taccio sulle recentissime uscite della proprietà, rappresentata dall'altro ramo di famiglia.)

Da qualche giorno, c'è un nuovo amministratore delegato, che legittimamente di calcio non sa nulla. Farà i conti, ma non in campo. Come dg sportivo, c'è una persona certamente esperta, ma che deve rimediare la storica figuraccia della scorsa campagna acquisti: chi crede che Martinez possa valere i 12 milioni che ha speso, come minimo qualche lacuna ce l'ha.

Perciò, l'allenatore che arriverà si troverà il vento in faccia. E sarà un vento di tempesta. Dovrà avere spalle larghe e grinta da manager, credibilità in campo, ma anche fuori per convincere a venire da noi i “top players” (come si usa chiamare quelli che fino a ieri erano i campioni). Questa Juve, questa proprietà disinteressata, questa dirigenza non sono un richiamo. Tanto meno senza vetrine europee, neppure di seconda fascia.

Questa figura di garanzia non può essere incarnata né da Walter Mazzarri né da Antonio Conte. Sul mercato ci sono solo tre nomi di caratura internazionale, che non siano blindati da contratti o progetti più avvincenti: Louis van Gaal, Rafa Benitez e Carlo Ancelotti. Io punterei a occhi chiusi su Carletto: chissà quanta voglia avrebbe di far rimangiare a tutti quegli osceni striscioni di dieci anni fa, che le curve gli dedicarono. Ma anche gli altri due andrebbero bene. Sarebbe un segnale che si è tornato a ragionare in grande e che si vuole tirare il freno a mano durante la caduta verso la quota Feyenood.

Temo però che questa dirigenza preferisca far prendere il vento di tempesta in faccia a Mazzarri, che – vorrei sbagliarmi – con quella invidiabile chioma, si spettinerà molto presto.

26 commenti:

  1. Caro Simone, magari arrivasse Carletto! Dieci anni anni fa gli striscioni cui ti riferisci furono, oltre che osceni, anche idioti. Non credo, però, che la società abbia alcuna intenzione di puntare così in alto e, temo, che opteranno per scelte (Conte o Mazzarri)che non faranno che certificare il nostro declino. Per impedirlo, la prima cosa da fare sarebbe, dopo essersi liberati di Del Neri, accompagnare all'uscita anche Marotta e Paratici. Tu non hai qualche informazione che ci tiri su il morale? Oltre allo spettacolo osceno del campo (spero, però, che il goal di oggi non faccia provare a nessuno nostalgia di Giovinco...), le cose che ho sentito a dire a Chiellini non mi sono affatto piaciute.

    RispondiElimina
  2. Lex Luthor per Stenti15 maggio 2011 19:52

    Caro Simone, sbaglio ti scende una lacrimuccia scrivendo della Triade? :-))) L'articolo è molto bello, discordo però sul nome di Benitez che per me è sopravvalutato. Ancelotti in un'intervista a Repubblica di qualche tempo fa (non so se ti sia capitato di leggerla) ha ammesso che quando era al Parma ed alla Juve vedeva solo il 4-4-2, mentre gli anni al Milan l'hanno fatto diventare malleabile. A Torino non è amato, ha uno stipendio molto oneroso e anche ammesso che si riesca a superare quest'ultimo ostacolo la società dovrebbe essere veramente forte da proteggerlo a 360° (ti sembrano in grado?????????). Ci possiamo permettere una campagna acquisti all'altezza?...Rimane Van Gaal, am anche per lui rimane la stessa domanda posta per Ancelotti : la campagna acquisti ce la possiamo permettere? C'i sono due ultimedomande : ma Deschamps non lo prende in considerazione nessuno? (A causa di Blanc?) Lippi secondo te non sarebbe in grado di far uscire la Juve dal livello Feyenoord?

    RispondiElimina
  3. Rispetto a dieci anni fa, Carletto ha vinto Champions e Premier. Può benissimo reggere la piazza senza una società forte alle spalle. Il punto comunque rimane quello di trovare un allenatore di carisma capace di attirare i campioni. Altrimenti, perché dovrebbero scegliere una squadra che gioca solo in Italia (partendo dal settimo posto)?

    RispondiElimina
  4. Lex Luthor per Yuri15 maggio 2011 20:03

    Io non ho nostalgia di Diego (Magath si appresta a fargli un culo stratosferico). Purtroppo paga Del Neri, e sappiamo che con questa squadra si sarebbe potuto fare niente o poco di più. Certo se Marotta sbaglia un altro anno, allora è il caso di accompagnarlo alla porta assieme a Paratici. Temo anche che nel caso di Mazzarri, se incominciasse ad andare male si possa arrivare ad un esonero a fine stagione....non so se abbia i nervi saldi per resistere alle contestazioni curvaiole....secondo me si lascerebbe scappare vaffa e gestacci! Conte rischia di bissare quanto capitato a Ferrara (che ad onor del vero con l'under21 sta facendo bene!).

    RispondiElimina
  5. Lex Luthor per Stenti15 maggio 2011 20:04

    Perchè li riempiono di soldi!!!!!! Questo è l'altro motivo che potrebbe attirare un campione.

    RispondiElimina
  6. No, @Lex, i soldi sono condizione necessaria ma non sufficiente. I campioni hanno bisogno di vincere per mantenere alto il loro valore di mercato.

    RispondiElimina
  7. Diciamola tutta, quale allenatore affermato kamikaze si prenderebbe la briga di rischiare la faccia per questa squadra abbandonata a se stessa???
    Giusto un Mazzarri che si crede il Mourinho italiano (e mou non lo digerisco proprio) oppure un qualsiasi altro allenatore che non potrebbe mai aspirare ad una panchina migliore di questa...
    Mi è venuto un dubbio, non sarà mica che cercano Mazzarri solo perchè ormai hanno capito che i terzini buoni non li sappiamo comprare??? :)

    RispondiElimina
  8. Lex Luthor per Stenti15 maggio 2011 20:15

    Purtroppo non possiamo permetterci di avere la controprova, ma scommetti che se a C. Ronaldo la Juve offrisse 15 mln netti l'anno, lui verrebbe?...pecunia non olet!....sennò perchè Ronaldo andò all'Inter? O Maradona al Napoli? (è anche vero che Maradona usciva da un grande infortunio....però lo avevano visto tutti chi era a Barcellona).

    RispondiElimina
  9. Mazzarri crederà anche di essere il Mourinho italiano, peccato che di Mourinho, quello portoghese, non ha nulla. Di quest'ultimo si può pensare di tutto, ma non è certo un Mazzarri qualsiasi. Non mi capacito di cosa stia succedendo alla Juve: Buffon dice di voler restare, e il giorno dopo il signor John Elkann pensa bene di prenderlo in giro in mondovisione. Ora, la società potrà aver anche deciso di venderlo (e possiamo discutere se sia giusto o no), ma non avevamo uno stile?

    RispondiElimina
  10. Lex Luthor per a.j. forrester15 maggio 2011 20:24

    Capello se gli consentissero di fare il mercato forse tornerebbe. Non finchè ci sono Del Piero e Buffon in rosa però...non hanno mai avuto parole di stima...Fattene una ragione : di dobbiamo attestare alla quota Feyenoord. Almeno per un paio d'anni (mia opinione).

    RispondiElimina
  11. Lex, Diego quest'anno ha fatto male, ed evidentemente sbagliavo pensando che fosse, non un fenomeno, ma almeno un bel giocatore. Su Giovinco, se sto a sentire quello che dire nei bar, sembra che abbiamo perso Messi. Secondo me, è un giocatorino da squadretta tipo Parma. Certo, se quello è ormai il nostro destino, riprendiamoci Giovinco e, magari, anche Ariaudo e Masiello. Sistemata la difesa, a quel punto, in attacco, assieme alla Formica Atomica, ci potremmo affidare alla garanzia Amauri.
    Scherzi a parte, questa Juve sembra quella, tristissima, dei Galia e dei Bonetti, anche se, a ben vedere, almeno quella in UEFA ci andava e la vinceva...

    RispondiElimina
  12. Lex Luthor per Yuri15 maggio 2011 20:40

    La Juve di Galia, guidata dal monumento alla juventinità Dino Zoff, arrivò seconda in campionato, vinse l'UEFA (competizione seria! Molto più dell'Europa League), e la coppa Italia battendo il Milan di Scchi 0 a 1 a Milano (gol di Galia!!!!). Poi fu fatto fuori da Montezemolo per Maifredi....Yuri, ma se la dirigenza è quello che è, la squadra di riflesso vale poco...

    RispondiElimina
  13. la juve deve avere pazienza, secondo me non rischia l'oblio, ha troppi tifosi per poter fare la fine del feyenoord. anche il milan a fine anni '90 fece due annate pessime da decimo-undicesimo posto, ma poi si riprese. l'importante è seguire una linea di mercato coerennte col modulo che si vuole usare senza spendere troppi soldi per giocatori che non servono. quanti milioni hanno buttato via i dirigenti in questi ultimi anni? amauri, tiago, almiron, felipe melo, martinez e anche diego. tutta gente pagata troppo.

    RispondiElimina
  14. Van Gaal e Benitez mi lasciano non pochi dubbi.

    Anche io, da dirigente, punterei Ancelotti.
    Regalandogli Pirlo come primo acquisto.

    RispondiElimina
  15. Caro Lex, lo so, lo so... Ero a San Siro al gol di Galia! Questo però fa capire come siamo messi ora...

    RispondiElimina
  16. Ragazzi ho avuto una fulminazione sulla via di Damasco... ho capito che la dirigenza (Elkann) le idee le ha ben chiare, altrimenti solo un imbecille sparerebbe a zero su Buffon come ha fatto lui... Del piero ha rimasto un anno, poi ci resterebbe solo lui della vecchia guardia vincente (Chiellini non proviene certo da quella Juve) fino a ieri credevo fosse lui a volersene andare (vista la squadra non lo biasimerei) ma oggi credo sia il contrario... Speriamo di fermarci al livello Feyenord e non sprofondare ad uno tipo aston villa che su 7 scudetti ne ha vinto uno negli ultimi 90 anni...

    RispondiElimina
  17. Dei tre nomi proposti dal fratello juventino Stenti ho dei seri dubbi sul fatto che Van Gaal possa arrivare a Torino, credo che Ancelotti sia una via decisamente percorribile, ma lo stesso Benitez potrebbe essere affamato di rivincite nei confronti (soprattutto) della stampa che, sobillata da Mourinho, lo crocefiggeva ad ogni occasione.

    Io continuo a sognare Villas Boas e a sperare che uno come Gasperini, che alla Juve c'è stato e sa cosa vuol dire, non venga scartato in partenza.

    Tra Conte e Mazzarri, beh, meglio il nostro ex numero 8 e non solo per i trascorsi juventini. Mazzarri quest'anno ha dimostrato la sua incapacità a reggere ad alti livelli: emblematica la sceneggiata da piagnone di fronte alle telecamere dopo Inter-Napoli di Coppa Italia, pretendendo che Leonardo dicesse "Abbiamo vinto, ma il Napoli ha giocato bene"... E' uno pronto ad aprire la ruota del pavone quando le cose gli vanno bene e a scaricare le colpe su tutti (poteri del nord contro il sud :s) quando viene sconfitto. Della stessa lunghezza d'onda il suo presidente, grandi elogi a Inler, un lungo corteggiamento, l'accordo (presunto) con Pozzo per la cessione a giugno, salvo poi fare retromarcia dopo la sconfitta con l'Udinese affermando che al Napoli Inler (tra l'altro uno dei due marcatori) non serve... Provincialotti

    RispondiElimina
  18. Ancelotti non ci torna a Torino, al di là del progetto (?) e dell'ingaggio, per come è stato trattato.
    Pesanti le dichiarazioni di Chiellini nel post-partita...

    RispondiElimina
  19. Lex Luthor per Stenti16 maggio 2011 15:49

    Come fa notare Pietro a Torino l'hanno trattato male. E' anche vero che in un triangolare estivo recente, lui ha alzato il dito medio verso la curva dei tifosi juventini (che lo insultavano). Guarda, se sarà Conte arriveremo quinti (così a naso senza vedere il mercato). Con Mazzarri (che a me non piace) quarti o terzi. Meglio vivere di ricordi (Platini, Zoff, Cabrini, Scirea, Rossi, Vialli, Ravanelli, Montero, Davids, Trezeguet, Nedved, Zidane....)

    RispondiElimina
  20. Lex, credi davvero che Mazzarri possa fare meglio di Conte?

    RispondiElimina
  21. Lex Luthor per Gianluca e Stenti16 maggio 2011 16:30

    Non so...in cuor mio, prospettandosi una stagione deludente, se devo sperare che venga bruciato qualcuno allora dico Mazzarri. Conte mi dispiacerebbe...come mi è dispiaciuto per Ferrara (che, repetita iuvant, nell'under21 sta facendo bene). Forse Gaperini sarebbe la giusta via di mezzo tra Conte e Mazzarri. No?

    RispondiElimina
  22. Come già detto più volte, Gasperini mi piacerebbe molto ;) Credo però che orma sia un ballottaggio Conte-Mazzarri

    RispondiElimina
  23. Ciao Simone,
    complimenti per l'articolo, scritto come al solito con grande intelligenza ed ironia. Sembra che arrivi il Capitano in panchina...non sono convintissimo nemmeno io, però Conte non ti sembra ambizioso a tal punto (e forse anche di più di quelli che hai citato) da poterci far risalire, da imporre le sue idee alla società? Luca

    RispondiElimina
  24. X Anonimo

    Di sicuro non gliele manderà a dire, difatti già due anni fa stava per diventare l'allenatore della Juve e dopo il colloquio con Blanc non se ne fece nulla.

    Da questo punto di vista mi convince di più di altri, l'unico mio dubbio è sul fatto che si tratti comunque di una scommessa alla Lippi e non so se in questo momento la Juve può reggere un altro fallimento.
    E' anche vero che se guardiamo l'altro lungo periodo buio post platini dopo la scommessa Marchesi (paragonabile a Ferrara) arrivò il navigato Zoff (paragonabile a Ranieri) poi scommettemmo su Maifredi (paragonabile a Del neri in tutto e per tutto) e alla fine scommettemmo su Lippi, speriamo la cabala sia di buon auspicio... è anche vero però che nella disastrata juve di Maifredi c'erano Baggio, Vialli ecc.ecc. però è anche vero che secondo me singolarmente la Juve vale molto di più di quello che ha espresso sul campo quest'anno.
    Io dico chi vivrà vedrà.
    Tu Simone che dici?
    Ciao
    Andrea

    RispondiElimina
  25. La Juve di quest'anno vale esattamente quello che ha fatto. Una rosa di inqualificabile scarsità di qualità che non poteva ottenere di più. Conte è una scommessa grossa: vincere in serie B non vuol dire saper vincere in A e in Europa. Speriamo. Non c'è modo di paragonare la Juve del primo Lippi a questa: basta scorrerne i nomi per capirlo.

    RispondiElimina
  26. Lex Luthor per Stenti19 maggio 2011 14:03

    Scusa Simone, ma secondo te Pirlo è un giocatore da prendere? A 32 anni e con 4mln netti di ingaggio l'anno?....Ma dai!....Bastos poi che è di una mediocrità che farebbe brutta figura in B....bah!....Poi spiegami perchè Aguero sì e Rossi no!....Va là che essere o meno genero di Maradona fa un po' di differenza..45 mln!?!?!??!....ti rendi conto?...al massimo il giocoliere ne vale 20...Vorrei già spendere un VAFFA per Marotta. Prometto di attendere la fine della campagna acquisti e limitarmi alle critiche tecniche. Faccio questo fioretto.
    P.s.: "Il Barcellona non è lontano". Ma Allegri ci fa o ci è?

    RispondiElimina