martedì 24 maggio 2011

Bravo United, perché cambiare troppo?



Inutile dilungarmi: copio e incollo il comunicato stampa, augurandomi che anche per la Juve sia stata fatta una scelta così elegante e conservativa.

La nuova divisa, la più ecologica mai realizzata, celebra la storia del Club

La nuova divisa per le partite interne con cui giocherà il Manchester United è caratterizzata dai tradizionali colori distintivi della storia del club: il rosso, il bianco e il nero.

La nuova maglia è rossa e presenta il girocollo bianco con al centro una striscia nera, il motivo caratteristico della sciarpa del club, già apparso sulle divise indossate da formazioni entrate nella leggenda come quelle che vinsero la FA Cup del 1977 e del 1985, e di quella che vinse la Champions League e la Premier League nel 2008.

La classica sciarpa con la banda bianca e nera è un simbolo immediatamente riconducibile al Manchester United, sia per i tifosi sia per i giocatori che la sfoggiano nei momenti di celebrazione e festeggiamento.

Nella parte interna della maglia, dietro allo stemma del Club, è riportata la parola “implacabile” (relentless), che coglie perfettamente lo spirito indomito dello United, sempre alla ricerca della vittoria e che ha portato la società a vincere i più importanti trofei in Europa e nel mondo.

Nella parte posteriore della maglia, appena sotto il colletto, appare il piccolo diavolo che è riprodotto sullo stemma del Club, mentre nella parte interna del colletto è stampato Manchester United.

La nuova divisa da gioco è realizzata interamente con un innovativo poliestere riciclato che per la prima volta viene utilizzato sia per la maglia sia per i calzoncini.

Ogni divisa è stata prodotta direttamente utilizzando un quantitativo di plastica equivalente a 13 bottiglie d'acqua. Questo nuovo processo produttivo consente un risparmio energetico del 30 per cento rispetto alla produzione tradizionale del poliestere e impedisce che quasi 100 milioni di bottiglie di plastica finiscano in discarica.

I calzoncini abbinati alla prima maglia sono completamente bianchi con una piccola etichetta cucita sul bordo inferiore che riproduce la striscia bianconera.

I calzettoni sono neri con bordo rosso, bianco e nero e un piccolo diavolo di colore bianco riprodotto sul polpaccio.

La divisa è il 13 per cento più leggera di quella precedente, e grazie all'utilizzo della tecnologia Nike Dri-FIT, consente la termoregolazione attiva della temperatura corporea dei giocatori in campo e li mantiene sempre asciutti. Questa tecnologia permette al tessuto di assorbire il sudore dal corpo e farlo poi evaporare rapidamente.

La termoregolazione è agevolata dalla presenza delle aree di ventilazione, dalle ascelle sino alla vita, con centinaia di minuscoli fori tagliati con il laser, che permettono la circolazione dellèaria e garantiscono un comfort ottimale e mantengono i giocatori freschi e asciutti.

Lo stemma del club, riprodotto sulla parte anteriore della maglia, per la prima volta è stato applicato a caldo, consentendo così anche in questa importante zona del busto una ventilazione adeguata.

La maglia ha una nuova vestibilità più aderente e il tessuto è del 17per cento più elastico rispetto a quello usato due anni fa. Gli orli sono saldati e l'assenza di cuciture riduce l'irritazione causata dallo sfregamento sulla pelle.

Le divise da gioco e la collezione ispirata al Manchester United saranno disponibili presso i Nike Store e sul sito www.nikestore.com a partire dal 3 giugno.

Update. C'è anche quella del Barça. Qui mi tocca tacere, perché l'effetto è uguale e contrario: che sono 'ste righe ipnotiche? (E ora temo per la Juve).