giovedì 3 maggio 2012

Testa nel freezer, ragazzi! (A-Team su LaStampa.it)


Nonostante i funerali che si celebrano in ogni angolo dello Stivale, mancano solo due giornate al termine del campionato e abbiamo un punto in più. Questo significa che, sul suolo del medesimo Stivale, esiste una sola squadra che vincendo due partite è certa del trionfo. Tutte le altre no. Il resto è fuffa.

Certo, la nottata che poteva essere da sogno è finita tra gli incubi e dispiace per il modo e per il chi. Gigi Buffon non meritava una macchia così nel suo curriculum e va lavata al volo, perché in caso contrario sarà ricordata per sempre.

Tuttavia, ieri sera la Juve non ha fatto nulla per meritare di uccidere un campionato in coma. Ed è riuscita da sola a rivitalizzarlo. È caduta dove finora, forse con la sola eccezione di Cesena, aveva dimostrato risiedesse la sua vera forza: nella testa. Una partita malgestita, come male è stato digerito il tempo che passava senza raddoppiare un gol arrivato presto. Troppo campo e troppa palla sono stati concessi al Lecce in dieci. Anche i cambi non mi hanno convinto. Caceres era in serata no, Lichtsteiner è qualche settimana che sembra in debito di lucidità, eppure gli innesti non hanno riguardato le fasce. Certo, sulla sinistra doveva esserci De Ceglie, l'uomo più in forma degli ultimi tempi, ma s'è infortunato subito. Eppure un Giaccherini me lo sarei giocato almeno una mezzora. Forse è mancata lucidità anche in panchina.

Quando non si è abituati a vincere, i rischi sono questi. E chissà se questo assurdo incidente di percorso verrà ricordato come una tappa fondamentale di una crescita che è tutt'altro che compiuta. Ora Conte deve essere bravo a mettere la testa dei suoi nel freezer, ghiacciare i pensieri e tornare a pensare al campo.

Gol di Muntari, terze stelle, Verona dell'85, apertura di un ciclo, sono argomenti da spazzare e gettare nel dimenticatoio. Ora c'è un unico pensiero che deve ossessionarci: vincere a Trieste e con l'Atalanta. Poi il Milan faccia quel che vuole, che proprio non riesco a tifare per la banda stramacciona.