giovedì 8 novembre 2012

Il gol di Moses? meglio così


Ieri notte mi sono ritrovato in ascensore con un Chiellini raggiante: «Ci bastano quattro punti in due partite». Bravo, Chiello, chi se ne frega del gol di Moses. La Juve non deve guardare in casa altrui. Allo Stadium si scende in campo per vincere, sempre e comunque. D'altra parte, lo scoglio serio non sono i campioni d'Europa, che non potranno fare conto sempre sulla ormai proverbiale fortuna di Di Matteo.

Personalmente, mi fa più paura la tana di Donetsk. Più facile fare i tre punti coi Blues, che il pareggio in ucraina. Tuttavia, quel pareggio acciuffato dal Chelsea ci sbatte in faccia le nostre responsabilità, e non lo vivo come un male.

La Juve deve tornare a pensare in grande. Chi pensa in piccolo muore ancora più piccolo. Fare conti e conticini, sperando in una vittoria dello Shakthar a Stamford Bridge, era già a votarsi a una promozione da secondi. Ma poi agli ottavi? Sarebbe stato votarsi a un sorteggio potenzialmente mortale. Bene, perciò avere in mano il destino del primo posto. Ora ce la giochiamo in prima persona, senza dover puntare il satellite verso campi stranieri.

Certo, aver visto di che pasta sono davvero questi danesoni acuisce il rimorso per la partita di Copenaghen. Ma lasciamo stare e guardiamo avanti, come hanno saputo fare i bianconeri dopo la sconfitta con l'Inter. Il bicchiere europeo non è mezzo pieno: è colmo.

26 commenti:

  1. Juve v Chelsea a Torino sara' "match of the century". Sara' come Juve 3 Real Madrid 1 2003 o Juve 1 Bayern Monaco 4 2010? I am excited

    RispondiElimina
  2. Sheridan, you are smart. In my opinion, even too much ;-)

    RispondiElimina
  3. Ieri ero allo stadium per la prima volta e credo francamente che la squadretta danese (perchè tale è) sia rimasta molto intimorita dall'ambiente e trovandosi aggredita fin dal primo minuto e già sotto dopo 7 non postesse fare molto di più, viste le occasioni da gol ha pure contenuto i danni. Quando giocano in casa comunque è un altra storia, il Chelsea ha vinto 4-0 ma solo negli ultimi minuti dopo che ha rischiato di subire il pareggio (a volte è anche questione di fortuna, li i danesi hanno preso il palo, ieri sera 2 gol su 3 del Chelsea sono stati gentilmente omaggiati dalla difesa altrui...). Quindi non dico che lo Shaktar pareggerà, ma non darei tutto per scontato dato che in Champions non tutto lo è(vedi il celtic).
    Un paio di considerazioni:
    1) l'atteggiamento è stato quello dei bei tempi, in parte merito dei Danesi? Io credo più merito della sconfitta con l'Inter, ieri siamo tornati a mangiare l'erba...
    2) Purtroppo abbiamo lo stesso difetto di sempre, per farne quattro come minimo ce ne dobbiamo mangiare il doppio... e Matri mette sempre più tristezza (Nell'unica altra partita che ho visto dal vivo a Cesena il suo primo anno alla Juve sembrava un altro giocatore... e la sorte non gli da neppure una mano).
    3) Siete proprio sicuri che la vittoria del Chelsea sia stata così un male? Certo, se avessero pareggiato ci sarebbe bastato batterli per passare, ma se non sbaglio i conti però, senza la vittoria saremmo tornati direttamente a casa. Così invece mi sembra di capire che abbiamo comunque due possibilità, se non li battiamo possiamo comunque passare vincendo in casa dello Shaktar, giusto?
    Quindi dove sta il problema? Abbiamo la possibilità battendo il Chelsea di essere quasi qualificati ma senza l'obbligatorietà di battere i campioni in carica (il classico biscotto all'ultima sarebbe inevitabile, chi è che si impegna alla morte con il rischio di perdere tutto?) quindi non essendo l'ultima spiaggia dovremmo essere più tranquilli e secondo me avere più possibilità.
    Certo se non avessimo pareggiato in casa di questi modesti danesi... ma con i se e con i ma non si va avanti, quindi forza ragazzi che dipende ancora solo da voi.
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Bene bene...vedo che a voi juventini è tornata la supponenza di un tempo....MI FA PIACERE, magari se qualche tesserato della juve evitasse di dare delle MERDE ai giornalisti, anche se gufi sarebbe buona cosa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, un allenatore non dovrebbe dare della m.... a due giornalisti, manco fosse al bar dello sport sotto casa. E' però vero che i giornalisti dovrebbero comportarsi da tali e non da tifosi, tanto più se scrivono per "La Gazzetta dello Sport" e "La Stampa".

      Elimina
  5. Caro Simone Stenti,

    ho appena visto Cavani segnare 4 gol al Dnipro in Europa League!

    Giocatore straordinario, mi piaceva già dai tempi del Palermo ma onestamente non pensavo che al Napoli potesse diventare così forte e devastante in attacco.

    Anni fa l'Inter, ahimé, sembrava interessata all'attacante uruguayano ma poi non se ne fece più nulla anche perché alla squadra nerazzurra non sono mai mancati gli attaccanti.

    Però questa estate, se ricordi bene, proprio la Juve sembrava fortemente interessata e motivata a fare il grande colpo acquistando Cavani ma alla fine saltò tutto.

    Certo con Cavani la Juve avrebbe sicuramente acquistato un top-player e risolto i suoi problemi in attacco, probabilmente il campionato sarebbe già finito...

    Cosa ne pensi del mancato acquisto di Cavani? E, soprattutto, perché alla fine la Juve non riusci ad acquistarlo?

    Saluti!

    Dario da Milano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Successe questo a Pechino, caro Dario. Alla domanda diretta, De Laurentiis rispose: "Non è vero che non voglio cedere Cavani alla Juve. Solo che mi offrono 30 milioni e io a meno di 80 non ci penso neanche". Ottanta.

      Elimina
    2. scusi dott.Stenti, ma con 40milioni cash, ripeto cash, percio' unica soluzione e senza contropartite, il sig.Cavani te lo portavi a Torino senza problemi.

      claudio1964

      Elimina
  6. Quando la Juve giocò la Supercoppa a Pechino contro il Napoli ero in vacanza e riuscì giusto a vedere la partita proprio con un gruppo di napoletani dato che ero in una delle loro zone di vacanza. Non seguii tutto il resto al di fuori di questa partita, non vidi nemmeno Inter-Hajduk, pensai solo alla vacanza. Grazie dell'informazione!

    Comunque 80 milioni sarebbero una follia pure per Messi secondo il mio parere, già il fatto che il Real Madrid ne spese 93 per Cristiano Ronaldo mi sembrò un'esagerazione. C'è un limite a tutto!

    Saluti!

    Dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e c'è anche un limite alle capacità di spesa della Juve.

      Elimina
  7. errore grammaticale: riuscii e non riuscì. Mi scoccia sbagliare a scrivere anche se vado veloce....saluti!

    Dario

    RispondiElimina
  8. Concettualmente l'analisi di Stenti è giusta, occorre pensare solo a noi.
    Ma è ovvio che se dovessimo battere il Chelsea poi il pareggio in Ucraina sarebbe garantito dalla convenienza ad entrambe (a patto che lo Shaktar vinca a Copenaghen..cosa non scontanta).
    Poi sul fatto di arrivare primi o secondi cambia poco..in Europa siamo inferiori a poche squadre...ma superiori a nessuno....ce ne sono almeno una decina con cui si può sia vincere che perdere...a seconda del momento di forma.
    Piuttosto pensiam a vincere a Pescara...il campionato resta l'obiettivo principe...a volte qualcuno fa finta di dimenticarselo...
    Vorrete mica rischiare di perderlo contro Moratti-Stramaccioni o De Laurentiis-Mazzarri ? In 4 parole...il NULLA.

    IMPERA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piano a definire IL NULLA MORATTI STRAMACCIONI...le TRE PERE NON VI SON BASTATE???

      Elimina
  9. noto, non tanto qui', ma in generale nell'ambiente juve (societa' e tifoseria varia) un certo entusiasmo per la vittoria contro gli "onesti e modesti" tagliaboschi danesi.
    Io, scusate, ma non la penso cosi', rimane, anzi peggiora di partita in partita il problema delle punte.
    Alla fine, il Quaglia e' l'unica certezza, o quanto meno l'unico che riesce a dare al suo score, un minimo di continuita'.
    Rimane il rimpianto di cosa poteva essere, speriamo che la societa' lo capisca e provveda, e non ci venga a raccontare le solite menate, non ci prede piu nessuno.

    claudio1964

    RispondiElimina
  10. Simone, che margini di crescita ha secondo te la Juve? Secondo me con la rosa attuale l'allenatore sta già facendo il massimo. L'inter, non ha ancora trovato la quadratura del cerchio, sta aspettando giocatori importanti come Sneijder, Milito (non ancora al top della forma nonostante i gol), Chivu e Stankovic (sono vecchietti, ma almeno in EL possono far rifiatare altri)Coutinho (sprazzi di bel gioco, prima dell'infortunio), e nonostante questo in campionato sembra avere una marcia in più. Non sei d'accordo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Ale. Sì, la Juve può solo migliorare atleticamente (e ritrovare Pepe che lo scorso anno è stato importantissimo), mentre l'Inter sembra avere ancora buoni margini. Se continua così, acquista pure moraale e può diventare la Juve dello scorso anno. Occhio, però: Sneijder non è una risorsa, oggi è un problema.

      Elimina
    2. La condizione atletica penso sia simile tra inter e juve. Forse la marcia in più potrebbe essere Conte in panchina.
      Vado controcorrente ma penso che sneijder dietro a milito e palacio (a rotazione cassano) sia uno degli attacchi più belli con la variante fantacalcistica cassano-sneijder-palacio dietro a milito. (alvarez-coutinho come alternative)

      Elimina
  11. L'altra sera, allo stadio, mi sono commosso...
    Dopo la serie infinita di errori di Matri la curva ha intonato un bellissimo "Siam venuti fin quì, siam venuti fin quì per vedere segnare Matriiii!".
    Bellissimo segnale dopo lo (sciocco) sciopero del tifo di qualche settimana fa.
    Ciao Simone, e mi raccomando, in TV tieni alto l'onore della nostra Juve!!!

    Karl

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma infatti, per una volta una, il sig.Conte poteva mettere in panca il NANO e far giocare dall'inizio la coppia Matri/Quaglia, cosi', anche per vedere l'effetto che fa'.

      Elimina
    2. Grazie, Karl, farò il possibile.

      Elimina
  12. Ciao Simone, scusa se divago, ma ci terrei a conoscere la tua opinione sulla faccenda Pogba e sul comportamento di Raiola. Che ne pensi? In un post di qualche giorno fa invitavi la Juve a blindare il francese e ora arrivano le dichiarazioni del manager. Il tutto mi spinge a chiedermi chi ci siamo tirati in casa... Un grazie anticipato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son cavoli amari, Yuri. Amari e prevedibili (o addirittura previsti).

      Elimina
  13. Caro Simone,

    hai visto che grande attaccante Quagliarella? Tre gol e due assist, ecco il vero top-player, se si confermasse il Quaglia di 2 anni penso che sarete al completo. Il problema sono i vari Giovinco, Matri e Bendtner oltre all'incostante Vucinic.

    Saluti!

    Dario da Milano

    RispondiElimina